Consegna gratuita in Francia continentale a partire da 39 euro*.

Perché l'economia circolare è importante?

Cos'è l'economia circolare?

L'economia circolare è un nuovo modello di produzione e consumo che garantisce crescita sostenibile nel tempo. Grazie all'economia circolare, possiamo ottimizzare le risorse, ridurre il consumo di materie prime e recuperare i rifiuti riciclandoli o dando loro una seconda vita come nuovi prodotti.

L'obiettivo dell'economia circolare è quindi quello di sfruttare al meglio le risorse materiali di cui disponiamo applicando tre principi fondamentali: ridurre, riutilizzare e riciclare. In questo modo, si estende il ciclo di vita dei prodotti, si utilizzano i rifiuti e si stabilisce un modello di produzione più efficiente e sostenibile nel tempo. L'idea nasce dall'imitazione della natura, dove tutto ha un valore e tutto viene utilizzato, dove i rifiuti diventano una nuova risorsa. In questo modo si mantiene l'equilibrio tra progresso e sostenibilità.

Qual è la differenza tra economia circolare ed economia lineare?

Finora abbiamo vissuto con modelli di produzione lineari, ovvero estraiamo, produciamo, consumiamo e buttiamo via. La società in cui viviamo fa sì che il ritmo del consumo sia in accelerazione, un modello che è veloce ma insostenibile per il pianeta.

L'economia circolare stabilisce un modello di produzione e consumo più sostenibile, in cui le materie prime vengono conservate più a lungo nei cicli produttivi e possono essere utilizzate più volte, generando così un'economia circolare. meno rifiuti. Come suggerisce il nome, l'essenza di questo modello consiste nel mantenere le risorse nell'economia il più a lungo possibile, permettendo ai rifiuti che produciamo di essere utilizzati come materia prima per altre industrie.

Quali sono i vantaggi dell'economia circolare?

  • Tutela dell'ambiente: riduce le emissioni, minimizza il consumo di risorse naturali e riduce la produzione di rifiuti.
  • Benefici per l'economia locale: può favorire l'economia locale incoraggiando modelli di produzione basati sul riutilizzo di rifiuti vicini come materia prima.
  • Promuove la crescita dell'occupazione: stimola lo sviluppo di un nuovo modello industriale più innovativo e competitivo, una maggiore crescita economica e più posti di lavoro.
  • Promuove l'indipendenza dalle risorse: riutilizzare le risorse locali significa ridurre la dipendenza dalle materie prime importate.

Quali sono i principi dell'economia circolare?

La maggior parte di noi ha familiarità con la regola delle 3RQuesto è essenziale per lo sviluppo sostenibile e per preservare l'equilibrio ambientale: ridurre, riutilizzare e riciclare.

In altre parole, ciò che si ottiene dalla natura torna ad essa quando il suo ciclo di vita è terminato, in modo ciclico e rispettoso dell'ambiente. Ma sapevate che esistono altre quattro regole? Queste 7R sono i passi necessari per realizzare un'economia circolare:

  • Riprogettazione: pensare e progettare i prodotti in modo che il loro processo di fabbricazione consumi meno materie prime, prolunghi il loro ciclo di vita e generi meno rifiuti (o almeno rifiuti più facili da riciclare). Il risultato è una maggiore tutela dell'ambiente.
  • Ridurre: cambiare le nostre abitudini di consumo verso un modello più sostenibile. Se riduciamo i nostri consumi, evitiamo di produrre rifiuti e di utilizzare materie prime, riducendo così il nostro impatto sull'ambiente.
  • Riutilizzo: riutilizzare o riassegnare i prodotti a prolungare il loro ciclo di vita.
  • Riparazione: finora, quando un prodotto si rompeva, si tendeva a sostituirlo. Ma ripararlo non solo è più economico, ma evita anche l'uso di nuove materie prime, risparmia energia e non genera rifiuti ambientali.
  • Ristrutturare: aggiornare vecchi oggetti in modo che possano essere riutilizzati come vintage, ad esempio i mobili.
  • Riciclare: promuovere le migliori pratiche nella gestione dei rifiuti e utilizzare ciò che si può come materia prima per realizzare nuovi prodotti.
  • Recuperare: dare un nuovo uso ai prodotti che stanno per essere scartati, ad esempio utilizzando le bottiglie di plastica per creare sistemi di irrigazione, vasi da fiori o mangiatoie per uccelli.

L'economia circolare a Caussün

Implementiamo progetti di economia circolare lungo tutta la nostra catena del valore, dall'approvvigionamento delle materie prime alla commercializzazione di prodotti e servizi. La nostra strategia di economia circolare si basa su quattro pilastri.

  • Progettazione del prodotto: fin dalla fase di progettazione del prodotto, applichiamo criteri volti a ridurre al minimo il consumo di materie prime nella fabbricazione dei nostri prodotti, a prolungarne la vita utile e ad aumentare il riciclaggio dei loro componenti.
  • Ottimizzazione delle risorse: ottimizziamo le risorse e i processi in modo che i rifiuti abbiano un nuovo utilizzo, sia nei nostri processi produttivi che in quelli di terzi. Aisni, quando il vostro Pantofole Caussün hanno raggiunto la fine della loro vita utile, le parti in lana, comprese la tomaia e la soletta, saranno perfette per il compostaggio.
  • Fabbricazione dei prodotti: per la fabbricazione dei nostri prodotti utilizziamo materie prime alternative di origine residuale, come il cotone organico e il PET riciclato per le nostre pantofole e la fibra di bambù per le nostre borse.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottimizzato da Optimole
5 gratis* se vi iscrivete alla nostra newsletter
* Per tutti gli ordini superiori o uguali a €45